Homepage

Mind in Pop è un blog di filosofia che si propone di divulgare la cultura filosofica attraverso i prodotti della cultura pop.

Film, serie-TV, libri, sono tutti dei mezzi che usiamo per farci un’immagine della realtà, perché definiscono il nostro immaginario, il linguaggio in cui ci descriviamo. In questo blog troverai la mia analisi delle storie che ci appartengono, che definiscono la nostra sensibilità di esseri umani che vivono nel XXI secolo.

Le narrazioni create da registi, scrittori e sceneggiatori sono piene di quelle stesse intuizioni che hanno animato le parole dei filosofi. Perciò parlare della filosofia della cultura POP mi è sembrata un modo perfetto per mantenere viva la filosofia al di là della rigidità manualistica che la sua immagine suscita.

Un modo per sfatare il mito della filosofia come qualcosa di astruso e complesso e di farle sporcare le mani, di renderla davvero liquida perché possa insinuarsi dovunque ci sia qualcuno disposto a mettersi in ascolto della complessità della realtà e di sé stessi. 

Mind in Pop nasce con l’intento di avvicinare le persone NON alla storia della filosofia – presentando il pensiero dei vari filosofi – ma ai concetti stessi, alla “filosofia applicata”. E lo fa parlando delle storie che ci appassionano, delle esperienze narrative POP che chiunque viva nel XXI secolo sa essere una parte fondamentale della propria vita.

Questo blog è un modo di creare pensiero: gli articoli che troverete qui sono delle piccole opere originali, il mio modo di rispondere alle domande dei capolavori. Quando vediamo un film che ci colpisce, quando leggiamo un libro che ci cambia la vita o ascoltiamo una musica che ci commuove, ci troviamo difronte a un punto di non ritorno, dopo il quale non siamo più gli stessi. Per esprimere ciò che abbiamo provato, possiamo solo creare a nostra volta. 

Questo blog è una reazione all’arte. Questo blog è il tentativo di ricomporre i pezzi del mio io dopo che sono stati sparsi dai capolavori, dai grandi film, dai grandi libri, dalle grandi storie. Questo è il blog di Angelo Andriano.